Agenzie di viaggio e tour operator: bando per l’erogazione di contributi a seguito delle misure di contenimento da Covid-19

Con il Decreto Rilancio sono stati messi a disposizione 25 milioni di euro per le agenzie di viaggio e tour operator particolarmente danneggiati dalle misure di contenimento adottate per fronteggiare l’emergenza Covid-19.

Con queste risorse si è cercato di fornire un primo parziale ristoro agli operatori turistici cui seguiranno gli oltre 200 milioni di euro previsti dal Decreto Agosto a sostegno di tali realtà.

Vediamo quali sono i dettagli  salienti di tale iniziativa proposta dal Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo!

 

Ambito soggettivo

Il beneficio è rivolto alle agenzie di viaggio e i tour operator, che, al momento della presentazione dell’istanza, esercitano attività di impresa primaria o prevalente identificata
dai codici ATECO 79.1, 79.11 e 79.12 e che siano in possesso dei seguenti requisiti:
– iscrizione al Registro delle imprese con i codici ATECO stabiliti;
– essere impresa attiva e non avere procedure concorsuali in corso;
– avere sede legale in Italia;
– essere in regola con gli obblighi di protezione in caso di insolvenza o fallimento, previsti dal decreto legislativo 23 maggio 2011, n. 79;
– non essere destinatari di sanzioni interdittive;
– essere in regola con gli obblighi in materia previdenziale, fiscale, assicurativa;
– assenza di condizioni ostative alla contrattazione con le pubbliche amministrazioni.

Ammontare del contributo

E’ determinato applicando una percentuale alla differenza tra l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi dal 23 febbraio 2020 al 31 luglio 2020 e l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del corrispondente periodo del 2019 come segue:

  • al 20% per le realtà con ricavi non superiori a 4000.000 euro nel periodo di imposta precedente a quello in corso;
  • al 15 % per le realtà con ricavi tra 400.000 euro e un milione di euro nel periodo di imposta precedente a quello in corso;
  • al 10 % per le realtà con ricavi tra un milione di euro e 50 milioni di euro nel periodo di imposta precedente a quello in corso;
  • al 5 % per realtà con ricavi superiori ai 50 milioni di euro nel periodo di imposta precedente a quello in corso.

Il contributo integra quanto eventualmente percepito con il contributo a fondo perduto per imprese e autonomi con fatturato inferiore a 5 milioni di euro previsto dal decreto Rilancio, che era determinato applicando una percentuale alla differenza tra l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2020 e l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2019.

 

 

Presentazione delle istanze

L’istanza di accesso al contributo deve essere effettuata, a partire dalla data del 21 settembre 2020 (ore 10:00), fino al 9 ottobre 2020 (ore 17:00), attraverso una procedura automatizzata, compilando il format disponibile nello sportello telematico appositamente predisposto.
A partire da venerdì 18 settembre 2020 sarà comunque disponibile il front-end, per cui l’utente potrà procedere ad effettuare prove di autenticazione e di attribuzione delle deleghe, ma non potrà inviare l’istanza.

Assegnazione ed erogazione

L’erogazione dei contributi sarà disposta con decreto del Direttore Generale Turismo a seguito dell’istruttoria effettuata sulle istanze pervenute, mediante un servizio di retrosportello appositamente progettato, entro il termine di 30 giorni lavorativi dalla data ultima di presentazione delle istanze.
Chiama ora!