Bonus Colf: termine ultimo di presentazione della domanda per richiesta indennità entro il 30 Agosto.

Prevista la scadenza entro il 30 agosto del termine ultimo per richiedere l’indennità di 500 euro al mese (per aprile e maggio), introdotta per i lavoratori domestici dal decreto legge Rilancio.

Lo comunica l’Inps, ricordando che il decreto Agosto ha disposto che, decorsi quindici giorni dalla data della sua entrata in vigore, si decade dalla possibilità di richiedere l’indennità.
Ricordiamo che l’indennità per lavoro domestico (indennità LD) è riconosciuta per i mesi di aprile e maggio 2020 con un importo di 500 euro per ciascun mese ed è erogata dall’ Inps in un’unica soluzione.

Dal 31 agosto decade la possibilità di richiedere l’indennità per i lavoratori domestici e da tale data non sarà più presente sul portale Inps la sezione “Presentazione domanda”.

I requisiti per chiedere il bonus

L’indennità è destinata ai lavoratori domestici, non conviventi con il datore di lavoro, in possesso dei seguenti requisiti:

  • alla data del 23 febbraio 2020 devono avere almeno un contratto di lavoro domestico attivo validamente iscritto presso la gestione datori di lavoro domestico dell’Inps;
  • i contratti di lavoro devono essere tutti quelli la cui instaurazione non è stata rifiutata da Inps, per non possesso dei requisiti previsti dalla normativa sui rapporti di lavoro domestico;
  • la durata complessiva dell’orario di lavoro, prevista dall’ insieme dei contratti di lavoro attivi alla data del 23 febbraio 2020, deve essere superiore a 10 ore settimanali; questa durata deve risultare dalle comunicazioni inviate a Inps dal datore di lavoro entro la predetta data;
  • i lavoratori domestici non devono essere titolari di pensione ad eccezione dell’assegno ordinario di invalidità , né essere titolari di altra tipologia di rapporto di lavoro dipendente a tempo indeterminato – fatta salva la titolarità di un rapporto di lavoro di tipo intermittente .

Come fare domanda

Per compilare la domanda ci si può rivolgere a Caf e patronati. Oppure direttamente all’Inps , attraverso  l’accesso al sito Inps e dotarsi di Pin dispositivo, poi bisognerà aprire la pratica per la richiesta con i propri dati.

Chiama ora!