Camera di commercio Modena: contributi di promozione di investimenti aziendali dei settori commercio, turismo e servizi per la ripresa delle attività post – lockdown.

La Camera di Commercio di Modena ha stanziato contributi per la promozione di investimenti aziendali contributi a fondo perduto per le MPMI del settore terziario (commercio, turismo, servizi) per investimenti aziendali relativi all’acquisto di beni e servizi utili alla ripresa dopo la chiusura dovuta all’emergenza Covid 19.

Le imprese beneficiarie devono svolgere un’attività rientrante nell’elenco dei codici ATECO riportato nell’art. 4 del bando.

 

Quali sono le risorse a disposizione?

Le risorse camerali a disposizione dell’intervento sono pari ad € 1.000.000,00.

 

 

In cosa consiste l’agevolazione?

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto pari al 70% della spesa sostenuta, purché ammissibile, con un massimale di € 10.000,00, elevabile a € 12.000,00 qualora si producano oltre a spese per investimenti aziendali anche spese di promozione (per un importo minimo di € 1.000,00).

Alle imprese in possesso del rating di legalità verrà riconosciuta una premialità di euro 250,00 nel limite del 100% delle spese ammissibili e nel rispetto dei pertinenti massimali “de minimis”.

È previsto un importo minimo di investimento pari ad € 2.000,00.

Sono ammissibili le spese per investimenti per l’acquisto di beni e servizi utili al miglioramento ed alla riqualificazione aziendale quali:

  • acquisto di arredo
  • acquisto, rinnovo, adeguamento di impianti, macchinari, attrezzature
  • attività promozionali (campagne pubblicitarie, stampa brochures e altro materiale pubblicitario…).

Non sono ammissibili le spese per:

  • trasporto, vitto e alloggio
  • automezzi
  • spese per interventi sugli immobili
  • acquisizione di tecnologie informatiche e soluzioni digitali innovative

Sono ammissibili a contributo le spese sostenute a partire dal 1/5/2020 fino al fino al 120° giorno successivo alla data della Determinazione di approvazione delle graduatorie delle domande ammesse.

L’agevolazione è concessa in base al regime “de minimis” e non è cumulabile con altri interventi agevolativi per gli stessi costi ammissibili.

 

 

Quali sono le modalità operative per la presentazione della domanda?

Le domande di contributo possono essere inviate a partire dalle ore 8:00 di lunedì 14 settembre fino alle ore 21:00 di venerdì 16 ottobre 2020 esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale del legale rappresentante dell’impresa o di un soggetto delegato. In quest’ultimo caso dovrà essere allegata specifica procura, utilizzando il modulo pubblicato tra gli allegati.

 

 

Come avviene l’invio della rendicontazione?

L’impresa dovrà inviare la rendicontazione, esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale del legale rappresentante dell’impresa o di un soggetto delegato, entro e non oltre 120 giorni dalla data della Determinazione di approvazione della graduatoria delle domande ammesse.

La rendicontazione dovrà essere composta da:

  • un nuovo modello base, che andrà agganciato alla domanda di contributo mediante l’indicazione del nr. di protocollo della stessa
  • dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà di cui all’art. 47 D.P.R. 445/2000, in cui siano indicate le fatture e gli altri documenti contabili aventi forza probatoria equivalente riferiti agli investimenti realizzati, con tutti i dati per la loro individuazione e con la quale si attesti la conformità all’originale delle copie dei medesimi documenti di spesa
  • fatture quietanzate attestanti le spese sostenute
  • copia dei pagamenti effettuati esclusivamente mediante transazioni bancarie verificabili (ri.ba, assegno, bonifico, ecc.)
  • dichiarazione di assoggettabilità alla ritenuta 4%.

 

Chiama ora!