Come incentivare l’imprenditoria giovanile al Sud

Il finanziamento resto al Sud è una misura volta ad incentivare l’imprenditoria giovanile nel Sud Italia, per favorirne lo sviluppo economico. Ecco tutto quello che c’è da sapere sul questo finanziamento a fondo perduto.

Finanziamento per giovani imprenditori a fondo perduto

Con la Legge di Bilancio 2019, il Governo Conte ha deciso di potenziare il finanziamento per giovani imprenditori a fondo perduto “resto al Sud”, con l’obiettivo di favorire la nascita e la crescita di nuove aziende nel Mezzogiorno. Il finanziamento a fondo perduto resto al Sud di Invitalia, vedrà dunque ampliato il raggio dei potenziali beneficiari, nonché l’aumento dell’età degli stessi: dal 2019 i finanziamenti potranno essere richiesti anche dai liberi professionisti e dagli under 46. Precedentemente il limite di età era invece fissato a 36 anni non ancora compiuti. Il finanziamento diviene quindi una delle più importanti agevolazioni per i giovani (e non solo) che vogliono aprire un’attività nel Meridione.

Resto al Sud: i requisiti

Ma quali sono i requisiti per richiedere il finanziamento resto al Sud? Per richiedere l’erogazione del fondo a sostegno delle nuove attività imprenditoriali del Mezzogiorno, sarà necessario avere un’età compresa tra i 18 e i 35 anni; tuttavia dal 2019 potranno avanzare richiesta anche gli under 46. Sarà inoltre necessario essere residenti in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. Detto requisito potrà comunque essere soddisfatto anche entro 60 giorni dalla comunicazione dell’esito della richiesta; per chi risiede all’estero i tempi si dilatano a 120 giorni. Altro requisito indispensabile per poter avanzare la richiesta è non aver beneficiato negli ultimi tre anni di altri contributi relativi all’autoimprenditorialità e non essere già titolari di altra attività d’impresa attiva. Sarà infine necessario non essere titolari di un rapporto di lavoro a tempo indeterminato per tutta la durata del finanziamento.

Agevolazioni fiscali nuove attività nel Mezzogiorno

L’ampliamento del finanziamento resto al Sud rappresenta una misura concreta che si traduce in una serie di agevolazioni fiscali per l’apertura di nuove attività nel Mezzogiorno. Resto al Sud fu introdotta dal DL 91/2017 a favore del Mezzogiorno, proprio con l’obiettivo di stimolare la nascita di nuove attività condotte dai giovani del territorio.

Chiama ora!