SBLOCCA CANTIERI E CODICE DEI CONTRATTI: ATTESTAZIONE SOA A 15 ANNI

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 92 del 18 aprile 2019 è stato pubblicato il Decreto Legge n. 32/2019, il c.d. Decreto Sblocca Cantieri recante “Disposizioni urgenti per il rilancio del settore dei contratti pubblici, per l’accelerazione degli interventi infrastrutturali, di rigenerazione urbana e di ricostruzione a seguito di eventi sismici”. Tra le modifiche introdotte dal suddetto Decreto segnaliamo in particolare quelle apportate all’articolo 84, comma 4, lettera b) del Codice dei Contratti che riguarda l’attestazione del possesso dei requisiti di capacità economica e finanziaria e tecniche e professionali. Nello specifico con l’art. 1, comma 1, lett. p), n. 3 del Decreto Sblocca Cantieri viene, infatti, ampliato l’arco temporale di riferimento per la comprova dei requisiti di capacità economico-finanziaria e tecnico-organizzativa, funzionali al conseguimento dell’attestazione SOA. Si passa così da dieci a quindici anni antecedenti la data di sottoscrizione del contratto con la SOA per il conseguimento della qualificazione.

Tale innovazione ha fatto sorgere in capo agli operatori economici un particolare interesse a stipulare nuovi contratti con le Soa, in modo da poter beneficiare del maggiore ambito temporale ai fini della qualificazione. Questo passaggio normativo è stato al centro di un’accesa discussione, poiché si temeva che l’estensione del periodo temporale rischiasse di abbassare il livello reale di qualificazione delle imprese e di sminuire la valutazione delle Soa.

Alla fine ha prevalso l’esigenza di supportare quelle imprese che, a causa della crisi economica quasi decennale, hanno subito un evidente calo di volume d’affari, che ha avuto riflessi negativi anche sul livello di qualificazione Soa.

Chiama ora!