VERIFICHE DEI REQUISITI NELLE GARE D’APPALTO

Dopo la fase istruttoria delle procedure negoziate svolte sul mercato elettronico, prima dell’aggiudicazione è necessario svolgere la verifica dei requisiti. Questa fase è fondamentale in quanto secondo l’articolo 32 comma 7 del codice Appalti, è previsto che l’aggiudicazione diventi efficace dopo la verifica del possesso dei prescritti requisiti.

Per quanto riguarda le procedure aperte, ossia quelle in cui il valore d’appalto è oltre la soglia comunitaria, il possesso dei requisiti richiesti dall’art. 80 del Codice appalti vanno controllati tutti dalla stazione appaltante tramite la piattaforma AvcPass dell’ Anac.  Il comma 6bis, art. 36, del nuovo codice appalti recita: ”Ai fini dell’ammissione e della permanenza degli operatori economici nei mercati elettronici di cui al comma 6, il soggetto responsabile dell’ammissione verifica l’assenza dei motivi di esclusione di cui all’art. 80 su un campione significativo di operatori economici omissis”. Quindi per quanto riguarda i mercati economici indicati dal comma 6 dello stesso articolo, ogni operatore economico che si vuole iscrivere in un bando previsto dal mercato elettronico di riferimento è il titolare della piattaforma che svolge i controlli in base all’art. 80 del Codice Appalti.

La particolarità è che se un Comune ha la propria piattaforma e la utilizza per le procedure negoziate quando il bene o servizio non è presente all’interno di esse, è onere del proprietario della piattaforma svolgere i dovuti controlli. Nelle procedure di affidamento effettuate nell’ambito dei mercati elettronici, la stazione appaltante verifica esclusivamente il possesso da parte dell’aggiudicatario dei requisiti economici e finanziari e tecnico professionali ferma restando la verifica del possesso dei requisiti generali effettuata dalla stazione appaltante qualora il soggetto aggiudicatario non rientri tra gli operatori economici verificati a campione ai sensi del comma 6-bis.

La novità è che la stazione appaltante verifica esclusivamente il possesso da parte dell’aggiudicatario dei requisiti economici e finanziarie tecnico professionali; ferma restando la verifica del possesso dei requisiti generali effettuata dalla stazione appaltante qualora il soggetto aggiudicatario non rientri tra gli operatori economici verificati a campione ai sensi del comma 6-bis.

Qualora il soggetto aggiudicatario non rientri tra gli operatori economici a campione, la verifica dei requisiti generali è fatta dalla stazione appaltante.

Chiama ora!