VOUCHER INNOVATION MANAGER, ARRIVA IL DECRETO DIERETTORIALE

Al via la fase operativa del Voucher Innovation Manager, il nuovo contributo a fondo perduto promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico a favore delle PMI e reti d’impresa presenti su tutto il territorio nazionale per favorire i processi di trasformazione tecnologica e digitale attraverso l’inserimento temporaneo in azienda di figure in grado di implementare le tecnologie e ammodernare gli assetti gestionali e organizzativi dell’impresa compreso l’accesso ai mercati finanziari e dei capitali.

Il valore del voucher che va a coprire i compensi per le prestazioni del manager o della società di consulenza è pari a 40.000 euro per le micro e piccole imprese nel limite del 50% della spesa, 25.000 euro per le medie imprese nel limite del 30% della spesa, 80.000 euro per le reti di imprese nel limite del 50% delle spese sostenute.

Il contributo è subordinato alla sottoscrizione di un contratto di servizio di consulenza tra le imprese o le reti beneficiarie e le società di consulenza o i manager qualificati iscritti in un elenco istituito con apposito decreto del Ministro dello Sviluppo Economico. Con la pubblicazione del decreto del 29 luglio 2019, il MISE infatti ha definito le modalità e termini per l’iscrizione all’elenco dei manager e delle società di consulenza abilitati a fornire le consulenze.

Dalle ore 10.00 del 27 settembre alle ore 17.00 del 25 ottobre i manager qualificati e le società di consulenza potranno presentare domanda d’iscrizione all’elenco tramite una procedura informatica accessibile nella sezione “voucher per consulenza in innovazione” del portale del Mise.

Il decreto prevede che “i manager qualificati sono tenuti a presentare la domanda secondo lo schema indicato nonché ad allegare il proprio curriculum vitae predisposto secondo lo schema del Mise.

Nello specifico i candidati devono dichiarare:

  • il possesso del/dei requisito/i di accesso previsti all’articolo 5, comma 2 del decreto relativi all’accreditamento negli elenchi dei manager dell’innovazione e/o di quelli indicati all’articolo 5, comma 3, del medesimo decreto;
  • la specializzazione in uno o più ambiti di cui all’articolo 3, commi 1, e 2, del decreto;
  • le regioni del territorio nazionale ove sono disponibili a erogare le prestazioni di consulenza specialistica;
  • la modalità operativa di svolgimento dell’incarico manageriale oggetto delle agevolazioni del decreto, che può avvenire autonomamente ovvero attraverso una società di consulenza

Una volta costituito l’elenco le imprese potranno scegliere il loro consulente o società tra quelli disponibili.

Nei prossimi giorni sarà pubblicato il secondo provvedimento previsto dal Decreto del Ministro Di Maio del 7 maggio 2019, che disciplina le modalità per la richiesta del Voucher come contributo per l’attivazione dei servizi di consulenza da parte dei manager qualificati.

 

 

Chiama ora!